La comunicazione medico-sanitaria: perimetro, strategie, opportunità

La comunicazione medico-sanitaria sta vivendo una fase peculiare, in virtù di un macro cambiamento che intreccia salute e professioni. La legge Gelli presenta precisi riverberi non solo nella professione medica in sé ma anche nel rapporto con il paziente e con l’universo delle problematiche ad esso connesso.

Un rapporto che va costruito e comunicato adeguatamente, anche grazie al ruolo strategico della comunicazione.

E’la ragione per cui la CIMOP (Confederazione Italiana Medici Ospedalità Privata) in occasione del suo congresso nazionale promuove il prossimo 21 giugno a Roma, la tavola rotonda dal titolo La comunicazione medico-sanitaria: perimetro, strategie, opportunità –Come i new media “soccorrono” medici e pazienti (Novotel via Dell’Oceano Pacifico 153 – ore 15,30), alla presenza dei massimi esperti nazionali in materia, e con il patrocinio di Ministero della Salute, Ordine dei Medici, Federazione Nazionale della Stampa.

Interverranno: l’on. Rossana Boldi, Vice Presidente Commissione Affari Sociali della Camera, il Dott. Fausto Campanozzi, Presidente Cimop, la Dott.ssa Carmela De Rango, Segretario Nazionale Cimop, il Dott. Filippo Anelli, Presidente Fnomceo (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri), l’On. Federico Gelli, Presidente della Fondazione Italia in Salute e Adjunct professor presso la LUISS Business School, la Dott.ssa Barbara Cittadini, Presidente Nazionale Aiop, il Dott. Guido Quici, Presidente Cimo, Padre Virginio Bebber, Presidente Nazionale Aris, la Dott.ssa Daniela Bracco, giornalista. Modera Francesco De Palo.

“La tavola rotonda – osserva il Segretario Nazionale della Cimop, dott.ssa Carmela De Rango– si pone l’obiettivo di aprire un focus sulla comunicazione medico sanitaria che sta vivendo una fase peculiare, in virtù di due grandissimi cambiamenti che si intrecciano tra salute e professioni. Il primo riguarda la legge Gelli sulla responsabilità medica e il secondo tocca il ruolo dei new media che, accanto alle professioni legate al mondo sanitario, pubblico e privato, hanno l’obbligo di elaborare notizie, analisi e scenari. Il risultato è un’informazione iper accreditata, che però dovrà essere più capace di amalgamare quell’alleanza tra soggetti sanitari e media proprio per offrire ai fruitori una comunicazione di qualità, filtrata attraverso competenza e coordinamento: la doppia stella cometa delle professioni e non cornice secondaria. Obiettivo della tavola rotonda è innescare un dibattito analitico su questi due fronti, nella consapevolezza che solo un patto di acciaio tra lavoro, professioni e fruitori potrà consentie di creare una rete virtuosa e credibile”.

twitter@PrimadiTuttoIta

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s