Festival dei due mari, tutto il buono della pesca ad Avola

Due mariDopo il primo appuntamento di Portopalo di Capo Passero (SR) di domenica scorsa 22 novembre, il Festival dei Due Mari, prosegue nel suo percorso con la tappa di Avola domenica 29 novembre. Un viaggio tra le Province di Ragusa e Siracusa alla scoperta delle eccellenze culturali, naturali e gastronomiche della costa siciliana nei Comuni che appartengono al Gruppo di Azione Costiera dei Due Mari (GAC dei due Mari): Portopalo di Capo Passero, Pachino, Avola, Noto, Ispica e Pozzallo interessati dal Festival.

È qui che generazioni di pescatori hanno legato il loro destino al mare, nella costante ricerca della sua risorsa più preziosa: il pesce. Un’attività che ha influenzato la vita di tanti uomini, che non hanno resistito al richiamo del mare e hanno vissuto sulla propria pelle la sua mutevole inclinazione all’abbondanza o alla scarsità. Qui si è forgiata la grande tradizione marinara della costa dei due mari, che vive nelle mani e sui volti delle persone, nei loro racconti e nelle loro sapienti attività. Una tradizione che continua sulle coste di questa terra ricca di fascino e di storia, in cui si ripetono riti dal sapore antico, che la modernità, per fortuna, non riesce ancora a scalfire.

Il Festival dei due Mari intende celebrare tutto questo con una manifestazione che valorizzi la zona di pesca puntando sulla tradizione marinara, le attività dei pescatori, le risorse attrattive della costa e i suoi prodotti gastronomici. Un evento che mette dunque al centro la pesca e i prodotti ittici, con un occhio di riguardo per le specie di scarso valore commerciale che vanno adeguatamente sfruttate per tenere in vita i metodi di pesca artigianale e per tutelare l’ambiente. Il Festival dei due mari sarà anche esaltazione della tradizione gastronomica locale, delle bellezze artistiche e naturali presenti sul territorio unitamente alla valorizzazione delle manifestazioni e degli eventi che animano la tradizione cittadina da secoli.

Il GAC dei due Mari, nato grazie al sostegno del Fondo Europeo Pesca 2007/2013, punta a sostenere la promozione del territorio attraverso attività, eventi e manifestazioni che valorizzino la cultura, la tradizione marinara e il pescato nei diversi ambiti comunali, grazie ad un “Piano di Sviluppo Integrato della Terra Dei Due Mari” per un territorio che coincide con l’ampia fascia costiera della Sicilia sud-orientale e si estende per circa 75 km.

«L’obiettivo comune a tutti i Gruppi di Azione Costiera è promuovere e valorizzare le zone di pesca. Il GAC dei due Mari, che mi onoro di presiedere, ha il privilegio di vivere un territorio unico: quello che inizia da Avola, attraversa Noto, Pachino e Portopalo di Capo Passero, volge a Ispica e termina nel comune di Pozzallo. Ed essere l’anima del territorio portopalese, mi gratifica oltre misura, riempiendomi di gioia e responsabilità. Ci troviamo qui, nel punto più a sud d’Europa, dove l’incontro dello Ionio e del Mediterraneo crea tutte le condizioni favorevoli allo sviluppo di risorse produttive, legate principalmente al turismo e alla pesca, utili alla crescita economica e sociale delle cittadine che su questi due mari si affacciano. Questo evento vuol rappresentare solo un piccolo passo per accendere i riflettori sulle nostre terre alla scoperta di ciò che di veramente unico può donare un viaggio da noi» ha dichiarato il Sindaco di Portopalo e Presidente GAC dei due Mari, Mirarchi Giuseppe.

«Un importante evento che segue la nostra politica di valorizzazione del mare e delle persone che lo vivono. Innanzitutto una particolare attenzione e promozione della nostra pesca e dei nostri pescatori che rappresentano una parte fondamentale della marineria della Sicilia sud orientale ma anche la valorizzazione dei nostri luoghi e delle nostre coste ricche di storia e tradizione che oggi stiamo riqualificando e portando agli splendori di un tempo attraverso la realizzazione delle opere pubbliche del lungomare e del borgo marinaro insieme ai servizi e alla gastronomia» ha dichiarato il Sindaco di Avola, Luca Cannata.

Programma di Avola – 29 Novembre 2015
Ore 10.30-11:30: presentazione dell’iniziativa con le autorità istituzionali cittadine e presentazione mostra
Ore 12.00-13.00: Visita guidata alla Tonnara di Avola (a cura del Prof. Gregorio Chiarenza)*

Ore 16.00-16.45: Piccoli e grandi pelagici
INTERVIENE: Prof. Roberto Minervini, Ph.D., Docente Universitario Esperto di Biologia Marina

Ore 17.30- 18.15: Pesca artigianale nell’area siracusana: la seppia (Sepia officinalis), preziosa risorsa del territorio Avolese
INTERVIENE: Dott. Francesco Tiralongo, Ph.D., Esperto di Biologia della pesca (Ittiologo) – Università della Tuscia, Dipartimento di Biologia ed Ecologia (DEB) Ente Fauna Marina Mediterranea, Avola (SR)

Ore 19.00-20.30: degustazione di prodotti ittici – fino ad esaurimento
Showcooking a cura dello chef Luca Giannone

Ore 21.30: Carmen Serra in concerto

*Per partecipare alla visita guidata, scrivere a avola@festivalduemari.it
Le prenotazioni saranno accettate fino ad esaurimento posti disponibili

Il Festival dei Due Mari
29 novembre: Avola, presso Piazza Esedra
05 dicembre: Pozzallo, presso Piazza delle Rimembranze
13 dicembre: Noto, presso Piazza Mazzini
19 dicembre: Ispica, presso Piazza Unità d’Italia
20 dicembre: Pachino presso Piazza Regina Margherita – Marzamemi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s