Arte vetraria: chi sono i giovani finalisti del Riedel Award 2016

STICKER_260years_finalPresso l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, sono stati selezionati i tre finalisti della terza edizione del Riedel Award 2016Jakub Pollág (Repubblica Ceca), Elisa Bergmann(Italia) e Anna Wójcik (Polonia). Il concorso, che celebra l’arte vetraria a livello internazionale, nasce nel 2014 dalla collaborazione con la prestigiosa accademia veneziana e si inserisce nel contesto del Premio Glass in Venice, realizzato sempre dall’Istituto Veneto insieme con la Fondazione Musei Civici di Venezia, per valorizzare la raffinata tradizione dei maestri del vetro di Murano e i suoi legami con il mondo dell’arte a livello internazionale.

La terza edizione del Riconoscimento promosso da Riedel, azienda austriaca specializzata nella produzione di calici da degustazione e decanter in cristallo che proprio nel 2016 celebra i suoi 260 anni di storia, si chiuderà con la cerimonia di premiazione del primo classificato in programma lunedì 26 settembre 2016 (ore 17:30 a Palazzo Franchetti, sede dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti di Venezia). L’appuntamento vedrà inoltre la proclamazione dei due vincitori del Premio Glass in Venice: Bruno Amadi e Silvia Levenson.

Rivolto a designer under 30, il Riedel Award ha nuovamente coinvolto giovani artisti di tutto il mondo i cui elaborati – quest’anno ne sono stati ricevuti oltre 70 – sono stati attentamente esaminati dalla giuria di esperti composta da Livia Peraldo Matton (Direttore di Elle Decor Italia), Sandro Franchini (Cancelliere Emerito dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti), Chiara Squarcina (Responsabile del Museo del Vetro di Murano), Stefanie Kubanek (designer tedesca presso KubanekDesign+) e presieduta da Georg J. Riedel, 10^ generazione dell’azienda di famiglia.

Oltre all’esposizione per un mese a Palazzo Loredan – presso l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – delle opere dei tre finalisti (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, ingresso gratuito), il primo classificato riceverà anche una somma pari a 10.000 Euro e un accordo di royalty per il progetto vincitore che verrà messo in produzione.

RIEDEL, azienda familiare che vanta una tradizione familiare di 260 anni, rinomata per i suoi rivoluzionari prodotti in cristallo per la degustazione del vino differenziati a seconda dell’uso, è la prima nella storia a riconoscere che il gusto del vino è fortemente influenzato dalla forma del calice in cui è consumato. RIEDEL Crystal è stato riconosciuto come marchio numero uno nella produzione di bicchieri “in armonia con il vino”, unico in grado di accompagnare specifici vini e superalcolici. Nel 2013 l’azienda ha iniziato un’era d’innovazione, applicando le proprie conoscenze di forma e funzionalità alle bevande analcoliche.

Accogliendo l’invito di Coca-Cola Company e con il supporto del team di esperti di Atlanta, RIEDEL ha messo a punto il progetto – frutto di workshop e assaggi – per realizzare un bicchiere specifico perfetto, che aumentasse il godimento della bevanda più conosciuta al mondo, la Coca-Cola classica. Nello stesso anno, RIEDEL ha risposto anche all’appello di Nespresso a Losanna, Svizzera, per il mercato delle bevande calde. Con l’aiuto e l’ampia conoscenza delle maggiori autorità del caffè, le due aziende hanno sviluppato insieme due bicchieri soffiati a macchina per la Nespresso, in grado di amplificare i diversi gusti e aromi delle più famose miscele di espresso del marchio leader del caffè.

Dalla sua fondazione nel 1756 e grazie all’innovativa introduzione del primo calice specifico per varietà d’uva, il Burgundy Grand Cru nato nel 1958 – e successivamente l’intera collezione Sommeliers soffiata a bocca, lanciata nel 1973 – RIEDEL è diventato il brand preferito dagli esperti del vino, dai professionisti della ristorazione e dai consumatori esigenti di tutto il mondo. Il marchio RIEDEL è distribuito in tutto il mondo, disponibile nei migliori punti vendita e nei più esclusivi ristoranti. Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.riedel.com.

A proposito dell’Istituto Di Scienze, Lettere e Arti

L’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti è un’Accademia la cui missione principale è l’incremento, la diffusione e la tutela della cultura e della ricerca scientifica e umanistica. Dal 1891 l‘Istituto Veneto ha come sede palazzo Loredan, a Venezia in Campo S. Stefano; tuttavia la gran parte dell’attività rivolta al pubblico si svolge nel vicino palazzo Franchetti. Oltre all’ordinaria attività accademica e alle mensili riunioni dei soci, promuove periodicamente manifestazioni di carattere scientifico e umanistico, incontri di studio, convegni, seminari e scuole di specializzazione post laurea e post-doc; inoltre, promuove e realizza progetti di ricerca scientifica in collaborazione con Accademie, Università, Scuole di studi superiori e Centri di ricerca, a livello sia nazionale sia internazionale.

Fin dalle sue origini l’Istituto eroga numerosi premi e borse di studio al fine di incoraggiare le ricerche su temi di carattere sia storico che scientifico. L’Accademia deriva dal Reale Istituto Nazionale voluto da Napoleone per l’Italia all’inizio del XIX secolo. Venne poi rifondato dall’Imperatore Ferdinando I d’Austria nel 1838, con la denominazione di Imperiale Regio Istituto di Scienze, Lettere ed Arti; divenuto  con l’annessione del Veneto all’Italia Reale Istituto di Scienze, Lettere ed Arti,  fu riconosciuto di interesse nazionale, insieme alle principali accademie degli stati preunitari.

L’Istituto è membro di ALLEA, la prestigiosa European Federation of Academies of Sciences and Humanities.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s