Così Israele e Italia sono unite nella lotta al cyberbullismo

israele-italiaIsraele e Italia unite nella lotta al cyberbullismo“. Luca Bernardo, direttore del Dipartimento Materno Infantile dell’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano, ha evocato nella recente conferenza internazionale “HLS & cyber 2016” a Tel Aviv la possibilità che i due Paesi si uniscano nella lotta al bullismo e cyberbullismo, mettendo insieme le proprie competenze grazie a un progetto pilota a livello ministeriale.

Il direttore Bernardo nel corso della Conferenza ha poi illustrato le attività svolte dal Centro Nazionale sul Disagio Adolescenziale, primo centro in Italia, che dal 2008 si occupa della cura e della prevenzione di questi fenomeni, nonché del recupero sociale e individuale di bulli e cyberbulli.

“Oggi sappiamo – ha spiegato – che l’80% dei problemi dei ragazzi è legato all’uso scorretto della rete. E’ importante porre l’accento su un controllo sicuro che coinvolga prima di tutto la famiglia”. Nell’ambito della lotta al bullismo il Centro si avvale della “Palestra di autostima e difesa”, prima struttura nel mondo – ad opera dell’istitutrice Gabrielle Fellus Krav Maga – che in ambito ospedaliero assiste sia bulli sia vittime. Un intervento terapeutico che avviene anche attraverso l’insegnamento del Krav Maga, metodo di difesa creato in Israele e in uso dall’esercito israeliano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...