Sul nuovo numero: occhio alle truffe eurocanadesi…

Protezionisti no. Ma nemmeno dediti alla beneficienza. Occhio alle truffe eurocanadesi è il titolo di apertura del numero di settembre di Prima di Tutto Italiani (cliccare qui per scaricarlo).

Da alcuni giorni è in vigore l’accordo Ceta tra Ue e Canada (su cui riportiamo nel “Qui Faros” il malumore di merito della Coldiretti), si legge nel fondino di apertura. A scanso di equivoci, è bene precisare un paio di cose. Da soli si muore, questo è ovvio, ma se l’ossessiva apertura in chiave globalistica deve significare la mortificazione di ciò che tutto il mondo ci invidia, ci sia permesso avere qualche dubbio.

Mille e più volte abbiamo scritto su queste colonne che non è la difesa del made in Italy che ci interessa, quanto la promozione. Ma a quanto pare qualcuno non solo non è d’accordo nelle stanze del potere, ma pensa che sia meglio favorire le imitazioni di orecchiette e prosecco di Conegliano piuttosto che sigillarle a vantaggio delle nostre imprese

 

Da segnalare sul nuovo numero il fondo di Roberto Menia sul passato e sul futuro del Ctim in vista dell’assemblea del 15 ottobre; l’esempio di Moschin e Amici Miei per le giovani generazioni che non sanno più divertirsi, di Enzo Terzi; la tragedia di Adrian raccontata dal com. Vincenzo Arcobelli; perché i massacri del nord est italiani vanno ricordati, di Claudio Antonelli; il ricordo di Rosario Scaia ucciso dalle br di Alberto Micalizzi.

(SCARICALO A QUESTO LINK)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...