Comites, tutti al voto: l’appello del Ctim firmato Roberto Menia

???????????????????Elezioni dei Comites, ecco l’appello al voto firmato dal Segretario Generale del CTIM, on. Roberto Menia.

(Clicca qui per vederlo)

Al voto: compatti, numerosi e soprattutto con tanto impegno così come le liste nei cinque continenti stanno dimostrando in questi giorni. Il nostro appello al voto per il rinnovo dei Comites è ancora una volta declinato sui binari della partecipazione dei nostri connazionali che risiedono lontano dall’Italia: ribadiamo che non è un contentino che, a ragione o a torto, va dato loro ma un diritto, anzi, una grande grandissima conquista. Nei fatti, è la dimostrazione di come sia in questo modo possibile alleviare quella lontananza e quel mancato coinvolgimento, grazie alla straordinaria intuizione avuta dal ministro Mirko Tremaglia. E il Ctim, nonostante le difficoltà che l’inversione dell’opzione comporta, è in prima fila per garantire il massimo impegno dei suoi dirigenti in tutti i continenti e una grande mobilitazione per firme e liste.

Le recenti visite dell’on. Roberto Menia in Canada e in Germania hanno avuto il risultato di riaccendere entusiasmo e partecipazione, tutti proiettati verso un grande obiettivo: incitare i nostri connazionali a questo voto. E’la ragione che ci spinge a rivolgere ancora una volta un appello caloroso e sincero a tutti coloro che ci seguono e ci guardano con simpatia: si iscrivano nei registri elettorali e sostengano le nostre liste e i nostri candidati.

COME SI VOTA – E’possibile esercitare il diritto di voto per il rinnovo dei Comites unicamente facendo richiesta all’ufficio consolare competente dove i cittadini potranno trovare il modulo per la domanda entro il 18 marzo. Restano valide le richieste di partecipazione al voto già presentate. L’esercizio del diritto di voto verrà effettuato per corrispondenza, come previsto dalla l.23/10/03, n. 286.

PLICO – Il plico elettorale sarà inviato solo a quegli elettori che dimostreranno di avere i requisiti stabiliti dalla legge (compimento del diciottesimo anno di età e iscrizione Aire da un minimo di sei mesi alla data di svolgimento delle elezioni), e soprattutto che ne abbiano fatta esplicita richiesta all’Ufficio consolare competente almeno trenta giorni prima (quindi, entro il 18 marzo 2015) della data stabilita per le elezioni. Circa le richieste di partecipazione al voto già presentate esse restano valide e gli elettori che vi hanno già provveduto non devono inviare nuovamente il modulo.

VISIONE – Circa strategie e scenari futuri, non mancheranno occasioni di dibattito e confronto. Ciò che oggi ci preme è di stimolare gli italiani all’estero ad una vera e propria adunata che ci consegni il frutto della partecipazione compatta al voto. Non è oggi il tempo dei rimpianti, delle polemiche o delle valutazioni su modi e tempi: molteplici saranno le situazioni di calma che consentiranno, a bocce ferme, di produrre parole e idee. Il nostro impegno è unicamente rivolto a sensibilizzare i cittadini sulle nuove modalità di partecipazione e di iscrizione al voto, così come lo specchietto citato nei paragrafi precedenti dimostra. Solo da quello dovremo ripartire, nella consapevolezza che un diritto non sfruttato è un ceffone a chi quel voto l’ha fortemente voluto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s