Scontri tra Armenia e Azerbaijan: l’appello di Terzi alla ragione e al diritto internazionale

“Gli scontri armati iniziati il 12 luglio tra Armenia e Azerbaijan, con la possibilità che questi siano sobillati anche da altri attori, mirano con tutta probabilità – come si sta verificando ormai da troppo tempo nel Caucaso e nelle “crisi congelate” nel continente europeo – a cercare soluzioni basate sull’uso della forza e sulla logica del più forte, anziché a perseguire la strada della diplomazia, del diritto internazionale e del ricorso ai meccanismi giuridici per la soluzione pacifica delle controversie”.

Così l’ex ministro degli esteri Giulio Terzi, Presidente del Global Committee for the Rule of Law “Marco Pannella”, che osserva: “I combattimenti sono iniziati dopo che pochi giorni fa il Presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, aveva stigmatizzato il fatto che le trattative con l’Armenia, volte a porre fine a un conflitto in corso da tre decenni, si fossero bloccate a causa della malafede e dell’ostruzionismo della controparte. L’Armenia appare infatti interessata unicamente a mantenere uno status quo in cui le sue forze continuino a controllare militarmente la regione del Nagorno Karabakh. Auspichiamo fortemente che questi gravi incidenti cessino immediatamente e che l’Armenia riprenda sollecitamente con l’Azerbaigian la via del negoziato. I trattati internazionali e le numerose risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, in particolare quelle del 1993 sull’occupazione dei territori dell’Azerbaigian da parte dell’Armenia, devono rimanere il riferimento che permetta di regolare i rapporti tra le due parti in causa attraverso l’applicazione dei principi di sovranità, integrità territoriale e inviolabilità dei confini. Nello specifico, gli scontri si sono concentrati nel territorio di Tovuz, un’area strategica perché attraversata dall’oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan (che rifornisce anche l’Italia) il gasdotto South Caucasus Pipeline (che la prima parte del Corridoio Meridionale del Gas) e dalla ferrovia Baku-Tbilisi-Kars”.

twitter@PrimadiTuttoIta

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s