Monthly Archives: February 2016

Sul nuovo numero: la lezione Italiana all’Europa

La lezione italiana: apre così il nuovo numero di Prima di Tutto italiani ricordando il gran lavoro svolto della Marina Italiana nel Mediterraneo nel 1916, mentre oggi un secolo dopo è sempre il Mare Nostrum che invoca aiuto. (Scaricalo qui) “Dal dicembre 1915 al febbraio 1916 – le navi d’Italia – con cinquecento ottantaquattro crociere […]
Read More »

Il fondo: La rinascita demografica per salvare l’Italia

di Roberto Menia E’ passato quasi sotto silenzio, al massimo confinato nei riquadri di cronaca che raccontano di fatti curiosi, il dato, drammatico, diffuso lo scorso 20 febbraio dall’Istat. Nel 2015 sono nati soltanto 488.000 bambini, il dato più basso dall’unità d’Italia, quando la popolazione era meno della metà dell’attuale, 15.000 in meno dell’anno precedente, che […]
Read More »

L’Unione sta scoppiando e Bruxelles spegne la luce

di Francesco De Palo Migranti, debito, Schengen. Da tempo su queste colonne abbiamo avviato il dibattito sul futuro dell’Unione Europea, senza disfattismi, ma con la consapevolezza che enormi cambiamenti stanno attraversando il Vecchio Continente, la cui classe dirigente ha scelto di non scegliere. L’invasione di profughi dalla Siria è stata denunciata da alcuni giornali almeno […]
Read More »

L’opinione: quella pietra tombale posata sull’altare

di Claudio Antonelli Sul matrimonio come unione di un uomo e di una donna, in molti paesi sta per essere posta una pietra tombale. I governi, campioni di moralità, intendono imporre al popolo retrogrado, afflitto da pregiudizi ancestrali, la nuova morale. Una tradizione consacrata da tutte le religioni (ma moribonda in Occidente), e già tutelata […]
Read More »

Dove guardano i cittadini elettori tra Brecht e Eco

di Enzo Terzi In questo articolo siamo politicamente corretti. Il termine “candidato” non verrà declinato e sarà usato senza distinzione di sesso, genere, religione, casta sociale, cittadinanza, livello d’istruzione e quant’altro possa costituire differenza in altri contesti passibile di declinazione. “Il peggiore analfabeta è l’analfabeta politico. Egli non sente, non parla, né s’importa degli avvenimenti politici. Egli […]
Read More »

Dieselgate, l’aiutino a Berlino che scassa anche l’eurosentimento

di Matteo Zanellato Dall’inizio della crisi dell’Euro e del debito pubblico dei paesi meno virtuosi, iniziata nel 2011, abbiamo sentito dire tante volte che l’Italia deve rispettare i patti. Tante volte, se non sempre, si è suggerito al belpaese di prendere come esempio i paesi nordici, che le regole invece le rispettano alla lettera. O, […]
Read More »

Qui faros: L’aria da restituire all’Italia “dimenticata”

di Enrico Filotico La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale «Giorno del ricordo» al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Il 10 febbraio […]
Read More »

XI conferenza dei ricercatori italiani nel Mondo: il programma completo

Si apre a Houston, in Texas, l’Undicesima Conferenza dei ricercatori italiani nel mondo, tradizionale appuntamento organizzato dal Comites di Houston animato dal com. Vincenzo Arcobelli in collaborazione con il Consolato Generale. Ecco il programma completo. February 26, 2016 2:00 – 2:30 PM Opening Ceremony Plenary Session-Auditorium (I Floor) Italian and American National Anthems Luca Cicalese, […]
Read More »

Migranti, appello all’Ue: no a Grecia lazzaretto d’Europa

No alla Grecia lazzaretto d’Europa. Questo il senso di un un appello lanciato da questo mensile assieme al magazine Mondogreco.net ai massimi vertici europei in cui si scuote l’opinione pubblica, le istituzioni europee e gli intellettuali pericolosamente silenziosi sul tema, a che il fardello dell’accoglienza dei migranti non sia scaricato solo sulle spalle della Grecia. […]
Read More »

Ha ragione la Crusca, ma ora politica e stampa proteggano #linguaitaliana

Non lasciamo sola la Crusca che boccia i termini tecnici inglesi. “Non usare bail-in ma salvataggio interno” ammonisce oggi l’Accademia ed è presto detto. In Italia si scelta una deriva grammaticale forzatamente filo anglosassone, ma non per una specifica utilità, bensì per moda del momento, che si traduce in sciatteria nel lungo periodo. Il problema […]
Read More »