Tag Archives: primadituttoitaliani

Supermarket Italia sempre aperto: chi si pappa La Perla?

di Paolo Falliro Non c’è pace per i marchi italiani: sembra quasi che un macabro supermercato tricolore abbia aperto definitivamente i battenti. Con il compiacimento di chi si è seduto comodamente per banchettare. Fosun è un gruppo di investimento cinese con sede a Shangai. E’il più grande private equity cinese che investe in Europa, con […]
Read More »

Forum osservatorio ricchezza: scenari e opportunità per luxury brand

Si svolge a Milano il 13 settembre (Palazzo della Triennale ore 17,30) il Forum osservatorio ricchezza, con attenzione puntata sugli scenari e sulle opportunità per il luxury brand. I dati dell’Ultra Wealth Report 2017 riportano che nel 2016 al mondo ci sono quasi 16 milioni di persone super ricche, di queste oltre 226.000 sono ultraricche […]
Read More »

Sul nuovo numero: ci serve (almeno) un chicco di verità

Sul grano ci serve (almeno) un chicco di verità. Apre così il numero di giugno di Prima di Tutto Italiani, con riferimento al caso del grano al glifosato sequestrato nel porto di Bari (clicca qui per scaricarlo). Non è questa la sede, né questo lo stile per fare allarmismo e propaganda. Da sempre ci siamo […]
Read More »

Sul nuovo numero: grazie ai soccorritori di Rigopiano

Un plauso. Meritato, verace e prolungato a chi, con uno stipendio dignitoso ma insufficiente, ha dimostrato coraggio, attaccamento al proprio lavoro e un immenso senso di comunità. Grazie ragazzi è l’apertura del primo numero dell’anno del mensile Prima di Tutto Italiani (clicca qui per scaricarlo). “Rivolgiamo un grazie ai soccorritori che hanno salvato vite umane […]
Read More »

Cinque anni fa l’addio a Tremaglia: ecco cosa lascia in eredità

di Francesco De Palo Cinque anni fa mancava il ministro per gli Italiani all’estero Mirko Tremaglia, padre della legge sul voto per i nostri connazionali che lavorano e vivono lontano dall’Italia. Al di là della retorica del ricordo, crediamo sia utile oggi mettere l’accento su alcuni punti, significativi, riguardo l’eredità morale e comportamentale che ha […]
Read More »

Sul nuovo numero: un Ministero per il Made in Italy

Cosa aspettarsi sotto l’albero di questo Natale elettorale dal nuovo governo? Al netto di programmi e opportunità politiche, la priorità per un Paese che nasce e vive sulle proprie peculiarità è una sola. Promuovere ciò che sappiamo fare meglio. Apre così il numero di dicembre del mensile Prima di Tutto Italiani diretto da Francesco De […]
Read More »

Sul nuovo numero: Brexit’s…list. Gli inglesi ne fanno un’altra

Non bastavano gli europroblemi al di là della Manica figli del referendum sulla Brexit, per residenti e cittadini europei ormai definiti extracomunitari: adesso gli inglesi si occupano anche della geolocalizzazione degli studenti italiani. Brexit’s list è in titolo di apertura scelto per il numero di ottobre di Prima di Tutto Italiani (scaricalo qui). In quel questionario […]
Read More »

Sul nuovo numero: il voto? Refugium peccatorum

Refugium peccatorum è il titolo di apertura del numero di settembre di Prima di Tutto Italiani. (CLICCA QUI PER SCARICARLO) Quattro milioni di voti degli italiani all’estero. Sarebbe questa la carta segreta del governo per guadagnare consensi in vista del referendum sulla riforma costituzionale. Chissà se il padre di questa idea la stia cavalcando contando sul […]
Read More »

Le ragioni del No alla riforma: a Venezia seminario di Direzione Eu

Primadituttoitaliani al simposio di Direzione Europa: “La riforma costituzionale: Le ragioni del No”. Se dovesse vincere il no al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre si potrebbe aprire una stagione da assemblea costituente. E’la posizione del mensile Prima di Tutto Italiani, che analizza le dinamiche post voto, alla vigilia del simposio dal titolo “La riforma costituzionale: […]
Read More »

Brand Parma e prodotti farlocchi: adesso basta con l’avanspettacolo

Dobbiamo essere portati a credere che l’ufficio marchi statunitense sia in mala fede? Stando alla decisione che ha preso, ovvero di impedire che il nome della città di Parma non possa essere utilizzato in esclusiva all’interno di un brand, le premesse per essere in disaccordo ci sono tutte. La registrazione era stata ideata dall’Associazione Sistema […]
Read More »